Ogni buon prodotto Marvel Studios è pieno di easter egg e What If…?, non fa eccezione. Il terzo episodio dedicato alla grande settimana di Nick Fury è ricco di richiami non solo a Avengers e ai film d’origine di Thor e Hulk, ma anche ad altri episodi dell’Universo Cinematografico Marvel.

Scopriamo insieme gli easter egg del terzo episodio di What If:

  • L’episodio comincia con lo storico discorso di Nick Fury “Alla base c’era un’idea” che abbiamo sentito in diversi film nel corso degli anni. Natasha lo interrompe dicendogli di aver già sentito il monologo, una sorta di meta-gag che si riferisce per l’appunto a quante volte gli spettatori hanno sentito Fury raccontare il progetto Avengers.
  • Il dialogo con Tony è lo stesso  di Iron Man 2, solo dalla prospettiva di Fury.
  • Mentre l’Osservatore spiega cosa vedremo in questa puntata, sullo sfondo ci sono diverse art basate sulla fase uno del MCU. Di sottofondo tra l’altro, la theme degli Avengers.
  • Sempre durante questa sequenza, Uatu si riferisce ai demoni interni di Tony Stark, un riferimento alla run Il Demone nella Bottiglia.
  • L’inquadratura del Mjolnir nella buca è la stessa della post credit di Iron Man 2
  • Quando Natasha viene arrestata, Crossbones nomina Alexander Pierce, il cattivo di Captain America The Winter Soldier interpretato da Robert Redford.
  • La squadra Shield che arresta Natasha è la stessa che attacca Steve nell’ascensore di Captain America The Winter Soldier.
  • L’intera scena nel camion è un omaggio all’ascensore di qui sopra.
  • Al fianco di Coulson nel campo attorno a Mjolnir troviamo anche Fury oltre che Occhio di Falco.
  • Dopo la morte di Clint, Fury nomina la sua famiglia. Ai tempi di Thor non ne sapevamo nulla.
  • Stanley’s Pizza è la pizzeria in cui lavorava Bruce Banner in The Incredible Hulk

What if easter egg

  • Il primo dialogo tra Bruce e Natasha è lo stesso del loro primo incontro in Avengers.
  • Lo scontro tra Hulk e le truppe del generale Ross è molto simile a quanto visto nel film del golia verde, esclusion fatta per l’assenza di Abominio.
  • A causa della morte di Thor, Loki è diventato il legittimo principe di Asgard, ma si definisce anche il re di Jotunheim. Svelando come intende attaccare il regno ghiacciato e uccidere il proprio padre naturale durante il sonno di Odino (Thor).
  • Natasha interrompe Fury mentre patteggia con Loki, in maniera simile a quanto succedeva tra la Vedova e Coulson all’inizio di Avengers.
  • La password di Coulson è #SteveSteveSteveIamoSteve0704, anche in questo universo l’agente interpretato da Clark Gregg è fan di Captain America.
  • Nei file dello Shield possiamo vedere Maria Hill, Janet Van Dyne e Alexander Pierce in versione animata.
  • La missione a Odessa in cui è morta Hope è la stessa citata in The Winter Soldier, dove Natasha ha cercato di proteggere un ingegnere ma è stata attaccata da Bucky.
  • Hank Pym indossa la sua versione del costume del Calabrone.
  • Loki, senza gli Avengers tra i piedi, conquista la terra in 24 ore, e ripete il discorso di Avengers davanti alle Nazioni Unite.
  • Alla fine, Fury chiama Captain Marvel e scongela Steve Rogers, dando vita a una formazione inedita di Vendicatori.

 

Quale di questi easter egg vi è piaciuto di più in questo terzo episodio di What If? Fatecelo sapere con un commento qui sotto oppure, se preferite, sui nostri canali social.

Nel cast di doppiatori di What If…?, che vedrà coinvolti tutti gli attori dei film, ci sarà anche Jeffrey Wright (Westworld) che interpreterà L’Osservatore, personaggio iconico della Marvel. L’idea della serie trae ispirazione da una serie a fumetti che esplora proprio versioni alternative di punti fermi nella storia della Marvel. La prima puntata della serie animata sarà incentrata su Peggy Carter, e racconterà cosa sarebbe successo se fosse stata lei ad assumere il siero del supersoldato al posto di Steve Rogers. Ma a quanto pare ci sarà anche un episodio in cui Iron Man incontrerà il Gran Maestro.

Tra le star coinvolte ci sono anche Chris Hemsworth (Thor), Mark Ruffalo (Hulk), Jeremy Renner (Hawkeye), Paul Rudd (Ant-Man), Sebastian Stan (Bucky Barnes), Tom Hiddleston (Loki), Natalie Portman (Jane Foster), Josh Brolin (Thanos), Robert Downey Jr. (Iron Man), Samuel L. Jackson (Nick Fury), Karen Gillan (Nebula), Djimon Hounsou (Korath), e Sean Gunn (Kraglin). Sarà anche l’ultima apparizione (vocale) nell’MCU di Chadwick Boseman (T’Challa).

Avete trovato qualche altro easter egg nel secondo episodio di What If? Fatecelo sapere con un commento qui sotto oppure, se preferite, sui nostri canali social.

 

Fonte: Screen Rant