Dopo le 11 nomination agli Oscar ricevute da Joker, Joaquin Phoenix e Todd Phillips hanno avuto modo di commentare il tutto rilasciando delle dichiarazioni ufficiali.

Cominciamo proprio dal protagonista di Joker, Joaquin Phoenix, che sulla e sulle nomination ha detto:

Mi sento incredibilmente onorato per essere stato nominato dai miei colleghi attori. L’incoraggiamento dell’Academy ha aiutato a innescare la mia carriera e sono incredibilmente grato per il supporto che ho ricevuto. Vorrei anche congratularmi con gli altri colleghi nominati che con le loro ispirate performance hanno contribuito ad arricchire la nostra forma d’arte.

Queste, invece, le parole di Todd Phillips espresse con un post su Instagram:

Joker è cominciato come un’idea, come un esperimento per rispondere alla domanda “potremmo adottare un approccio indie al film di una major trasformandolo nello studio di un personaggio che riflette il mondo che ci circonda? Per esplorare quello che vediamo accadere ogni giorno nella società, a partire dalla mancanza di empatia agli effetti dell’assenza di amore?” Sono profondamente onorato per il travolgente riconoscimento che l’Academy ci ha riservato e vorrei ringraziare quel genio che risponde al nome di Joaquin Phoenix e tutti i miei incredibili collaboratori. Siamo oltremodo onorati che i nostri pari nella comunità dell’industria cinematografica abbiano compreso il film e il suo messaggio #joker #oscars #1111

 

 

Su Joker leggi anche:

La sinossi ufficiale:

“Joker” del regista Todd Phillips è incentrato sulla figura dell’iconico cattivo, ed è un film autonomo originale, diverso da qualsiasi altro film apparso sul grande schermo fino ad ora. L’esplorazione di Phillips su Arthur Fleck, interpretato in modo indimenticabile da Joaquin Phoenix, è quella di un uomo che lotta per trovare la sua strada in una società fratturata come Gotham. Durante il giorno lavora come pagliaccio, di notte si sforza di essere un comico di cabaret… ma scopre che lo zimbello sembra essere proprio lui. Intrappolato in un’esistenza ciclica sempre in bilico tra apatia e crudeltà, Arthur prenderà una decisione sbagliata che provocherà una reazione a catena di eventi, utili alla cruda analisi di questo personaggio.

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!

Consigliati dalla redazione