Attenzione! La notizia che segue contiene pesanti spoiler su Avengers: Endgame!


All’inizio di Avengers: Endgame i Vendicatori e Captain Marvel riescono a rintracciare Thanos nel rifugio in cui si è rintanato in seguito alla Decimazione. Dopo un breve dialogo, Thor decide di ucciderlo mirando alla testa per fare ammenda a un errore commesso qualche tempo prima come visto in Avengers: Infinity War.

La questione è stata toccata dagli sceneggiatori del film, Christopher Markus e Stephen McFeely, in un’intervista con il New York Times, durante la quale hanno svelato di chi è stata l’idea di porre fine alla vita del Titano Pazzo così presto.

 

“Endgame” ti raggira facendoti vedere gli eroi che uccidono Thanos praticamente subito, prima di scoprire poi che non è servito a nulla. Perché è stato importante per voi? 
McFEELY: È sempre stato un problema. Thanos ha l’arma definitiva, può prevedere tutto. È una cosa pazzesca. Ci stavamo scervellando da settimane quando a un certo punto [la produttrice esecutiva] Trinh Tran ci disse: “Non possiamo semplicemente ucciderlo?”. E noi di tutta risposta: “Ma poi che succede? Perché dovremmo ucciderlo? E perché lui dovrebbe farsi uccidere?”.
MARKUS: Serviva a rafforzare le intenzioni di Thanos. Aveva concluso il suo compito. Non volevamo renderlo il Salvatore, ma più un personaggio che pensa: “Se devo morire, ora posso finalmente andarmene”.

C’è molta oscurità e disperazione per la prima ora del film. È sembrato un rischio per un film evento come questo? 
MARKUS: È sembrato meno rischioso una volta che abbiamo visto le reazioni ad Infinity War. Non è scontato che tu riesca a toccare le persone emotivamente, ma quando vedi la gente che piange al cinema, devi tener fede alle promesse fatte, altrimenti sembra che tu ti stia prendendo gioco di loro.
McFEELY: Era la parte durante le proiezioni di prova che metteva gli spettatori più a disagio, perché è un momento di lutto costante, non sembra esserci speranza. In genere nei film di supereroi alla fine del secondo atto gli eroi perdono per cinque minuti. Qui si tratta di cinque anni. È stata una decisione importante.

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!

Avengers: Endgame è al cinema dal 24 aprile.

LEGGI ANCHE

Il film è stato diretto da Anthony e Joe Russo ed è stato scritto da Christopher Markus e Stephen McFeely. Tra i produttori esecutivi anche Jon Favreau, regista dei primi due Iron Man.

Consigliati dalla redazione