Screenrant ha parlato con la coordinatrice degli stunt di Star Wars: L’ascesa di Skywalker, Eunice Huthart, e in particolare delle sequenze tagliate dal film e del segreto del ritorno di Palpatine.

Ho partecipato a film dove circa il 60%, il 65% e il 70% dell’azione restava nel film” ha commentato la coordinatrice. “Direi che, in generale, probabilmente il 90% dell’azione girata per questo film alla fine è stato mantenuto [nel montaggio finale]“.

Su come sia stato possibile tenere segreto il ritorno di Palpatine sul set, ha poi spiegato:

Per lo scontro con Palpatine abbiamo fatto del nostro meglio per mantenere il segreto. È stato molto difficile per me, in tutta onestà. Ero probabilmente l’unica a combinare guai, perché avevamo scelto dei nomi in codice per tutti e io continuavo a dimenticarmeli. Provavamo la scena e io dicevo, ad esempio: “Ok, ragazzi, e qui entra in scena Palpatine”. Poi qualcuno passava di lì e diceva: “Oh, c’è Palpatine nel film?” e io: “Oh, no…ho detto Palpatine? No, no…”.

Il film di J.J. Abrams è arrivato al cinema il 18 dicembre 2019.

Nel cast tornano Mark Hamill (Luke Skywalker), Anthony Daniels (C-3PO), Billy Dee Williams, Carrie Fisher (grazie a materiale d’archivio) e ovviamente i nuovi protagonisti Daisy Ridley, Adam Driver, John Boyega, Oscar Isaac, Domhnall Gleeson, Kelly Marie Tran, Joonas Suotamo, Billie Lourd (figlia di Carrie Fisher), Lupita Nyong’o. Nuovi membri del cast sono Naomi Ackie, Keri Russell e Richard E. Grant.

Scritto da Abrams con Chris Terrio, il film è prodotto da Kathleen Kennedy, Abrams e Michelle Rejwan.

Nella troupe John Williams (colonna sonora), Dan Mindel (fotografia), Rick Carter Kevin Jenkins (scenografi), Michael Kaplan (costumi), Neal Scanlan (creature e droidi), Maryann Brandon e Stefan Grube (montaggio), Roger Guyett (effetti visivi), Tommy Gormley (primo assistente regista) e Victoria Mahoney (regista di seconda unità).

Potete commentare qui sotto o sul forum!