Anche chi ha apprezzato Avengers: Infinity War non ha, generalmente, potuto evitare di pensare che il climax finale del film, la sparizione di tanti eroi ed eroine dell’Universo Cinematografico della Marvel sia stato sì di sicuro impatto emotivo, ma “attutito” in un certo qual modo dalle necessità seriali della franchise.

Sapere che ci sarà un sequel del terzo Avengers, sapere che un secondo Spider-Man è in lavorazione, che Dave Bautista tornerà nei panni di Drax e che un secondo Black Panther è cosa praticamente certa. Tutte informazioni che fanno perdere un po’ di incisività allo spiazzante epilogo del kolossal cinefumettistico.

In una nuova intervista all’Huffington Post i fratelli Russo hanno però risposto a chi ha criticato la chiusura del film proprio per questa ragione.

Anthony Russo: C’è una cosa che bisogna tenere sempre bene a mente. Tutto è possibile nell’Universo Cinematografico della Marvel. Anche se un film a un sequel in programma non significa che tutto prosegua in modo lineare, così come il pubblico è automaticamente portato a pensare. Non è necessariamente questo il caso. Ci sono davvero tante maniere inventive per continuare a raccontare l’UCM.

Joe Russo: Il secondo Guardiani della Galassia e Infinity War sono separati da un lasso di tempo di 4 anni. Un sacco di tempo per un sacco di storie potenziali. E come ha già spiegato Anthony, non dovete necessariamente aspettarvi una progressione lineare della narrazione.

Vi ricordiamo che, di recente, i due filmmaker sono praticamente spariti da tutti i loro profili social ufficiali, una “trollata” che ha sicuramente a che fare con i piani per il quarto Avengers.

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!

LEGGI ANCHE

Gli Avengers torneranno in due film che sono stati girati consecutivamente in circa 9 mesi nel corso del 2017. Il primo capitolo, Avengers: Infinity War, è arrivato negli Usa il 27 aprile 2018. Il secondo capitolo, ancora senza titolo, uscirà il 3 maggio 2019.

I due film sono diretti da Anthony e Joe Russo e scritti da Christopher Markus e Stephen McFeely. Tra i produttori esecutivi anche Jon Favreau, regista dei primi due Iron Man.

I film sono stati girati interamente in IMAX con l’ausilio delle nuove macchine da presa targate ARRI – le stesse che i fratelli Russo hanno impiegato per le riprese di Captain America: Civil War, anche se solo per alcune sequenze.

Tra i componenti del cast d’eccezione citiamo Robert Downey, Chris Evans, Chris Hemsworth, Mark Ruffalo, Scarlett Johansson, Elizabeth Olsen, Paul Bettany, Chris Pratt, Zoe Saldana, Dave Bautista, Bradley Cooper, Vin Diesel, Pom Klementieff, Karen Gillan, Benedict Cumberbatch, Tom Holland, Sebastian Stan, Chadwick Boseman, Cobie Smulders, Benedict Wong, Letitia Wright, Danai Gurira, Winston Duke, Tom Hiddleston, Benicio Del Toro, Tom Vaughan-Lawlore e Josh Brolin.