Su BadTaste.it parliamo del mondo dell’intrattenimento a tutto tondo.

Recensioni, notizie, approfondimenti, interviste, curiosità.

Ma discutere di cinema e televisione ormai non può prescindere dal trattare anche un argomento come lo screen turism, ovvero quell’area specifica della promozione turistica collegata ai luoghi che ospitano – o hanno ospitato – le riprese di film o serie tv universalmente note o alle aree che vedono sorgere parchi a tema, come quelli della Disney o della Universal, pieni zeppi di attrazioni ispirate a quel cartoon, a quella saga o a quel programma televisivo.

Ed è proprio per questo che, nel corso degli anni, vi abbiamo accompagnato agli Universal Studios di Orlando, a Disneyland Paris o sulle location di Star Wars e Il Trono di Spade. Ci siamo vestiti da “Guida Turistica” per raccontarvi tutto quello che c’è da sapere qualora decidiate d’intraprendere un viaggio alla scoperta di luoghi destinati a restare scolpiti indelebilmente nella vostra mente (e nei vostri cuori, soprattutto) che, magari, avete già avuto modo di vedere su uno schermo, grande o piccolo, domandandovi “Chissà dove starà?“.

Nei giorni scorsi, a Milano, abbiamo partecipato all’evento stampa organizzato da Turismo Irlandese presso il Sonia Factory di Sonia Peronaci, una serata in cui un pizzico d’Irlanda è stato letteralmente trasportato nel capoluogo lombardo durante la quale, fra un assaggio di whiskey, gin, formaggi, Guinness e altre tipicità irlandesi, si è fatto il punto sugli ottimi risultati ottenuti dall’Industria Turistica irlandese e i piani per il 2019.

Nei dodici mesi appena trascorsi sono stati ben 11,2 i milioni di turisti che hanno visitato l’isola, con un incremento del 6% rispetto al 2017. In termini complessivi, si è trattato della migliore annata per il turismo verso l’Irlanda, mentre, nello specifico, dell’ottavo anno consecutivo di crescita degli arrivi. L’Italia ha avuto un ruolo non indifferente con ben 409.100 arrivi, un aumento a doppia cifra – 12,6% – rispetto al 2017.

I risultati sono stati ottenuti grazie alle attività promozionali svolte da Tourism Ireland in tutto il mondo con campagne incentrate sulla Wild Atlantic Way, l’Ireland Ancient East, gli shortbreak per le città di Dublino e Belfast, Il Trono di Spade, Star Wars e le iniziative per il St. Patrick’s Day.

Niamh Kinsella, Dirrettore per l’Italia di Turismo Irlandese, commenta:

Il 2018 è stato un altro anno record per il turismo nell’Isola d’Irlanda. Un record importante anche per i mercato italiano: è la prima volta che il numero di visitatori italiani in Irlanda supera quota 400mila raggiungendo i 409.100 arrivi. Abbiamo raccolto una cifra maggiore di italiani anche nei mesi fra ottobre e dicembre: i numeri parlano di un +15,5% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente e di un clamoroso +51,7 in confronto al 2016, mettendo in evidenza la tendenza a visitare l’isola non solo in estate. Certo, come ogni anno, il contatore si azzera con il primo gennaio. Siamo quindi totalmente focalizzati sul 2019 appena iniziato, per far sì che il mercato italiano continui questa tendenza positiva, in tutti i periodi dell’anno e in tutta l’Irlanda.

Nella parte superiore della pagina trovate la registrazione del discorso introduttivo della serata, mentre, a seguire, un po’ dei nostri contenuti social:

 

 

Potete scoprire le nuove iniziative previste per il 2019 sul sito ufficiale di Turismo Irlandese.